Indagine sugli investimenti in R&I

Il settore dei dispositivi medici è caratterizzato da una forte spinta innovativa che Confindustria Dispositivi Medici mappa attraverso l’indagine annuale sugli investimenti in ricerca e innovazione

Gli investimenti delle imprese dei dispositivi medici in ricerca e innovazione sono al centro della 9ª edizione dell’indagine targata Confindustria Dispositivi Medici sul comparto delle tecnologie per il benessere e la salute delle persone.

La raccolta e l’analisi di questi dati è un unicum nel panorama nazionale. Attraverso l’Indagine sugli investimenti in R&I il nostro Centro studi riesce a raccogliere informazioni preziose sul comparto che non sono presenti in altri database. Forniamo così alcuni indicatori chiave che ci permettono di monitorare le imprese e la loro attività di sviluppo relativa all’innovazione tecnologia che sta rivoluzionando la medicina e, più in generale, il nostro sistema sanitario.

Da quest’anno il focus sugli investimenti in ricerca e innovazione è ancora più importante. Con le informazioni raccolte con l’indagine possiamo infatti analizzare l’incidenza sulle imprese dei nuovi regolamenti europei, 745/2017 e 746/2017, e monitorare l’impatto sullo sviluppo dei device. Il MDR entrato in vigore il 26 maggio 2021 pone al centro maggiore qualità e sicurezza per gli utilizzatori dei dispositivi e lo fa con una serie di novità che mettono le imprese davanti a nuove sfide per portare i prodotti sul mercato e renderli disponibili alle persone. Nell’iter di sviluppo e commercializzazione assumono un peso sempre più significativo gli investimenti in studi clinici pre-market e post-market che mappiamo con l’indagine. Un vero e proprio barometro che negli anni potrà essere un indice rivelatore dell’applicabilità dei regolamenti per il settore.

I dati raccolti continueranno a essere utilizzati dal Centro studi di Confindustria Dispositivi Medici per un’analisi aggregata che confluisce nell’Osservatorio annuale su Produzione, Ricerca e Innovazione (PRI). I dati relativi a questa rilevazione saranno pubblicati a inizio 2022 insieme agli altri indicatori sul settore che otteniamo raccogliendo ed elaborando le informazioni attraverso specifici database nazionali e internazionali.

L’indagine è aperta a tutte le 4.323 imprese dei dispositivi medici e diagnostici in vitro che operano in Italia, dalle PMI alle start-up fino alle grandi multinazionali per costruire insieme un campione sempre più rappresentativo.

Sei un’impresa del settore?

È possibile partecipare all’indagine fino al 31 luglio 2021.

Per informazioni potete scrivere a: centrostudi@confindustriadm.it

Skip to content