22 Dicembre 2023

UNIVERSO DM

“Universo DM: dalla progettazione all’utilizzo da parte del Paziente” è il nuovo corso di formazione promosso da Accademia del Paziente Esperto EUPATI, in collaborazione con Confindustria Dispositivi Medici. Obiettivo del corso è formare e informare i pazienti sul mondo dei medical device. Abbiamo incontrato Nicola Merlin, presidente AdPEE, per approfondire sui temi della collaborazione.

Perché è importante che i pazienti siano informati e formati sui temi della sanità e, in particolare, sul settore dei dispositivi medici?

I pazienti hanno necessità di informazioni soprattutto per sciogliere i dubbi legati alla patologia che li affligge e la formazione è di primaria importanza per trovare una risposta ai quesiti. Una formazione efficace, che li possa coinvolgere attivamente. Naturalmente le patologie sono tante e disparate ed è necessario adeguare l’informazione alle diverse possibilità. Perciò si parla di personalizzazione anche in quest’ambito, fornendo un’informazione che deve essere qualificata e trasmessa ai pazienti in modo efficace.

L’informazione da sola, però, non basta: è necessaria una partecipazione attiva da parte del paziente. Per questo è fondamentale il concetto di “empowerment del paziente“, che sia di supporto anche nel saper gestire la disinformazione spesso presente sul web. Bisogna fare attenzione cercando informazioni su internet, tenendo presente che ci sono degli indicatori precisi, come la presenza di citazioni a studi scientifici, per verificare la veridicità e per distinguere le pubblicazioni che hanno il solo scopo di ottenere click o like sui social. In campo sanitario, è grazie alla ricerca che si giunge a una risposta. La formazione, a sua volta, consente di comprendere e mettere in luce quanto siano importanti le fonti. Da qui, la straordinaria rilevanza che sia l’informazione che la formazione hanno per il paziente.

Quest’ultimo diviene protagonista di tale processo nel momento in cui riceve la diagnosi: a quel punto, inizia un percorso di cui i dispositivi medici sono il più delle volte parte fondamentale. Allora il paziente ha bisogno di iniziare a capire cos’è un dispositivo medico, di iniziare a dare il giusto nome a una serie di prodotti che sono molto ben definiti e hanno funzioni eccezionali, davvero specifiche.

Per il comparto dei dm innovazione e tecnologia sono concetti fondamentali: un paziente consapevole a suo avviso può contribuire a un miglioramento nella produzione dei device, affinché siano sempre più efficaci?

Un paziente consapevole è un paziente che intende conoscere la sua patologia per gestire al meglio il percorso di cura, in cui tecnologia e dispositivi medici – che si basano sui processi di ricerca e sviluppo – spesso svolgono un ruolo di primaria importanza. Occorre impegno da parte dei pazienti o dei caregiver per conoscere come utilizzare queste innovazioni e affrontare nel migliore dei modi la specifica condizione di malattia.

Al contempo, l’innovazione spesso aumenta la possibilità di personalizzazione del device che talvolta può essere elaborato precisamente a misura del singolo paziente, per rispondere alle esigenze individuali.

Ritengo, dunque, che il paziente debba essere sempre più al centro dei processi sanitari con un ruolo proattivo e compartecipe, coinvolgendolo sin dall’inizio nelle dinamiche di ideazione, elaborazione e costruzione delle nuove tecnologie mediche. Così un settore strategico come quello dei dispositivi medici può ottenere dei risultati ottimali attraverso dei feedback pratici, utili a realizzare device dall’usabilità eccellente e sempre più personalizzati.

Dal punto di vista dell’Accademia del Paziente Esperto Eupati quali sono le prospettive di sviluppo del protocollo di intesa con Confindustria DM: è essenziale pensare al futuro con una sinergia di intenti?

Siamo entusiasti e orgogliosi di questa collaborazione. Il corso “Universo DM” è la prima azione concreta di un accordo importante, un’unione di intenti che si traduce così in un percorso formativo di alto livello destinato ai Pazienti Esperti Eupati. L’augurio è che questa iniziativa sia presto seguita dalla realizzazione di tante altre ambiziose e interessanti progettualità volte a incentivare l’accesso per i pazienti a un’informazione verificata e una formazione di qualità, punti fermi della nostra intesa.

array(24) { ["ID"]=> int(6648) ["id"]=> int(6648) ["title"]=> string(13) "Nicola Merlin" ["filename"]=> string(25) "Progetto-senza-titolo.jpg" ["filesize"]=> int(63508) ["url"]=> string(83) "https://www.confindustriadm.it/wp-content/uploads/2023/12/Progetto-senza-titolo.jpg" ["link"]=> string(50) "https://www.confindustriadm.it/?attachment_id=6648" ["alt"]=> string(13) "Nicola Merlin" ["author"]=> string(2) "14" ["description"]=> string(13) "Nicola Merlin" ["caption"]=> string(0) "" ["name"]=> string(23) "progetto-senza-titolo-2" ["status"]=> string(7) "inherit" ["uploaded_to"]=> int(6643) ["date"]=> string(19) "2023-12-21 12:20:25" ["modified"]=> string(19) "2023-12-21 12:20:36" ["menu_order"]=> int(0) ["mime_type"]=> string(10) "image/jpeg" ["type"]=> string(5) "image" ["subtype"]=> string(4) "jpeg" ["icon"]=> string(67) "https://www.confindustriadm.it/wp-includes/images/media/default.png" ["width"]=> int(600) ["height"]=> int(600) ["sizes"]=> array(57) { ["thumbnail"]=> string(91) "https://www.confindustriadm.it/wp-content/uploads/2023/12/Progetto-senza-titolo-150x150.jpg" ["thumbnail-width"]=> int(150) ["thumbnail-height"]=> int(150) ["medium"]=> string(91) "https://www.confindustriadm.it/wp-content/uploads/2023/12/Progetto-senza-titolo-250x250.jpg" ["medium-width"]=> int(250) ["medium-height"]=> int(250) ["medium_large"]=> string(83) "https://www.confindustriadm.it/wp-content/uploads/2023/12/Progetto-senza-titolo.jpg" ["medium_large-width"]=> int(600) ["medium_large-height"]=> int(600) ["large"]=> string(83) "https://www.confindustriadm.it/wp-content/uploads/2023/12/Progetto-senza-titolo.jpg" ["large-width"]=> int(600) ["large-height"]=> int(600) ["1536x1536"]=> string(83) "https://www.confindustriadm.it/wp-content/uploads/2023/12/Progetto-senza-titolo.jpg" ["1536x1536-width"]=> int(600) ["1536x1536-height"]=> int(600) ["2048x2048"]=> string(83) "https://www.confindustriadm.it/wp-content/uploads/2023/12/Progetto-senza-titolo.jpg" ["2048x2048-width"]=> int(600) ["2048x2048-height"]=> int(600) ["small"]=> string(91) "https://www.confindustriadm.it/wp-content/uploads/2023/12/Progetto-senza-titolo-120x120.jpg" ["small-width"]=> int(120) ["small-height"]=> int(120) ["custom-size"]=> string(91) "https://www.confindustriadm.it/wp-content/uploads/2023/12/Progetto-senza-titolo-600x200.jpg" ["custom-size-width"]=> int(600) ["custom-size-height"]=> int(200) ["carousel"]=> string(91) "https://www.confindustriadm.it/wp-content/uploads/2023/12/Progetto-senza-titolo-600x400.jpg" ["carousel-width"]=> int(600) ["carousel-height"]=> int(400) ["archivio-eventi"]=> string(91) "https://www.confindustriadm.it/wp-content/uploads/2023/12/Progetto-senza-titolo-500x371.jpg" ["archivio-eventi-width"]=> int(500) ["archivio-eventi-height"]=> int(371) ["archivio-settore-numeri"]=> string(83) "https://www.confindustriadm.it/wp-content/uploads/2023/12/Progetto-senza-titolo.jpg" ["archivio-settore-numeri-width"]=> int(600) ["archivio-settore-numeri-height"]=> int(600) ["icone-perche"]=> string(89) "https://www.confindustriadm.it/wp-content/uploads/2023/12/Progetto-senza-titolo-40x40.jpg" ["icone-perche-width"]=> int(40) ["icone-perche-height"]=> int(40) ["archivio-press"]=> string(91) "https://www.confindustriadm.it/wp-content/uploads/2023/12/Progetto-senza-titolo-320x320.jpg" ["archivio-press-width"]=> int(320) ["archivio-press-height"]=> int(320) ["single-press"]=> string(91) "https://www.confindustriadm.it/wp-content/uploads/2023/12/Progetto-senza-titolo-400x300.jpg" ["single-press-width"]=> int(400) ["single-press-height"]=> int(300) ["chi_siamo"]=> string(83) "https://www.confindustriadm.it/wp-content/uploads/2023/12/Progetto-senza-titolo.jpg" ["chi_siamo-width"]=> int(600) ["chi_siamo-height"]=> int(600) ["corso-archivio"]=> string(91) "https://www.confindustriadm.it/wp-content/uploads/2023/12/Progetto-senza-titolo-300x300.jpg" ["corso-archivio-width"]=> int(300) ["corso-archivio-height"]=> int(300) ["news-archivio"]=> string(91) "https://www.confindustriadm.it/wp-content/uploads/2023/12/Progetto-senza-titolo-193x193.jpg" ["news-archivio-width"]=> int(193) ["news-archivio-height"]=> int(193) ["salecowo"]=> string(91) "https://www.confindustriadm.it/wp-content/uploads/2023/12/Progetto-senza-titolo-500x100.jpg" ["salecowo-width"]=> int(500) ["salecowo-height"]=> int(100) ["modale_chi"]=> string(91) "https://www.confindustriadm.it/wp-content/uploads/2023/12/Progetto-senza-titolo-500x500.jpg" ["modale_chi-width"]=> int(500) ["modale_chi-height"]=> int(500) } }
Nicola Merlin

Nicola Merlin

presidente Accademia del Paziente Esperto Eupati

Ultime News

NEWS

Primary Site: FutureInsite, l'algoritmo che ha valutato le aziende selezionate

Primary Site intervista Gabriele FutureInsite
NEWS

Primary Site: Giorgio Ruini sull’assessment finanziario delle aziende selezionate 

Primary Site intervista Ruini Incab
NEWS

I dati sanitari e il valore delle tecnologie per la1

Skip to content